RESTO AL SUD

Dal 15 gennaio 2018 sarà possibile presentare le domande a Invitalia per gli incentivi Resto al Sud

Le agevolazioni sono rivolte a giovani tra 18 e 35 anni residenti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia che vogliono avviare una nuova imprese, in qualsiasi settore con esclusione delle attività commerciali e delle libere professioni. 

Il finanziamento massimo richiedibile sarà di € 50.000 per ciascun socio fino ad un massimo di € 200.000.

Per tutta la durata del finanziamento i beneficiari non potranno essere titolari di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato presso un altro soggetto.

Potranno presentare richiesta di finanziamento le società, anche cooperative, le ditte individuali e le persone fisiche che intendano costituirsi in società, dopo l’esito positivo della valutazione.

Saranno ammissibili le spese per ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili, per l’acquisto di impianti, macchinari e attrezzature, per programmi informatici e per le principali voci di spesa utili all’avvio dell’attività.

Il finanziamento coprirà il 100% delle spese ammissibili e consiste in: 

• un contributo a fondo perduto del 35% dell’investimento complessivo 

• un finanziamento bancario del 65% dell’investimento complessivo, garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI. 

Gli interessi del finanziamento saranno integralmente coperti da un contributo in conto interessi.

Le domande si presenteranno esclusivamente online, attraverso una piattaforma informatica e saranno valutate in ordine cronologico di arrivo.

Sulla misura sono disponibili 1.250 milioni di euro.

(Il Regolamento concernente la misura incentivante «Resto al Sud» di cui all’articolo 1, del decreto-legge 20 giugno 2017, n. 91, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2017, n. 123 è stato pubblicato nella G.U. n.284 del 5-12-2017)

 

 

Per maggiori informazioni compila il form:

Share Button
Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.